Il calcio è veramente alla frutta!

Legge questo: “Vi spiego il dio di noi ultrà” – Viaggio tra i violenti del calcio

Le cose sono due: o alla redazione de “la Repubblica” hanno bevuto, oppure sono stati pagati. Questo è uno degli articoli più inquetanti che mi sia mai capitato di leggere. Fortunatamente parecchi di loro non possono più andare allo stadio, ma io vorrei sperare in una bella retata della polizia ogni sabato sera, galera la domenica e rilascio il lunedì mattina. Così all’infinito per tutta la loro vita. Quando riusciremo a tenere lontani dallo stadio certa gente, sicuramente anche gli altri vivranno meglio. E lo stesso vale per i tifosi di molte altre tifoserie calde, che farebbero bene a stare molto molto tranquilli.
A me pare evidente che il problema del calcio sono loro: lo sport non è scontrarti o picchiarsi. Lo sport è rispetto, ma quello sano e genuino di andare a bere una birra insieme prima e dopo la partita. E me ne fotto sei hai vinto tu o io!
Quello che questo tipo descrive come “difesa del territorio” non c’entra niente con il calcio (con lo sport!). E’ solo infantile bullismo. Se poi lui (e tutti i ciechi ultrà) stanno solo cercando una scusa per giustificare i loro ingiustificabili comportamenti, ce lo dicano, così evitiamo in anticipo di leggere le stronzate che i giornali ci propinano!
Veramente allucinante…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *