Thoughts

Buona Pasqua… e non solo!

E’ incredibile come dopo tanto costruire serva così poco per distruggere. E questa considerazione è tutto ciò che ho da dire.
Questa settimana a casa è stato un vero trauma. Non sono uscito di casa nemmeno una volta, tranne che per andare in giro con mia mamma (non che la cosa mi dispiaccia, ovviamente!).

Non aveva lasciato tanto a Grottaglie quando sono andato via qualche anno fa. Ma speravo di aver lasciato qualcosa di buono. Invece mi ritrovo con un “amico” (a questo punto non so nemmeno più come classificare questo rapporto) che si dimentica del mio compleanno e che non risponde agli auguri per il suo. Mi ritrovo con una amica a cui devo mandare segnali per fare capire cose che avevo ampiamente ripetuto (spero che il messaggio questa volta sia arrivato: mi dispiace che non ci siamo visti in questi giorni :().

Ovviamente (fortunatamente) non è tutto da buttare via. Purtroppo non so se riuscirò a vedere Enzo tra domani e dopodomani, ma è sempre un piacere parlare di musica & chitarre con lui (oltre che del resto! ;)). L’appuntamento è per questa estate!
Mi ha fatto enormemente piacere la visita di Andrea che non vedevo da tanto tempo… purtroppo strani ingiustificabile e incomprensibili attriti non permettono di passare più tempo insieme e fare bei discorsi social-filosifici.

Tutta ‘sta manfrina per dirvi Buona Pasqua.

4 thoughts on “Buona Pasqua… e non solo!”

  1. Come promesso sono qui a scriverti..:)
    Distruggere sempre la via pi semplice.L’apparente scorciatoia dei rapporti.
    Purtroppo il tempo passa e si trascina in s dei cambiamenti..
    Veniamo buttati in un cassetto di ricordi assieme ad altri oggetti.E ci confondiamo con essi.
    E’ duro,ma cos.Per lo meno per la maggior parte delle persone.
    E dopo anni ricercare tra le macerie qualcosa che ci apparteneva difficile,oltre che faticoso.
    “Ovviamente (fortunatamente) non tutto da buttare via.”Ess Davide,c’ qualcuno che si salva ancora..E ci non pu che farci apprezzare
    ancor di pi i loro gesti.Loro meritano di stare dietro una lente d’ingrandimento,gli altri..saranno solo un sfondo sbiadito,frammenti del nostro passato.
    Tu,non smettere di costruire per paura che gli altri possano distruggere..Continua cos,col sorriso stampato sul viso ad affrontare la vita.
    E nella semplicit troverai tutta la bellezza che cerchi:)
    Come al solito mi sono dilungata,scusami..:(
    A presto,Filo.

  2. E’ incredibile che proprio nel momento in cui scrivo, mi si pianta il PC! 🙁
    Purtroppo la gente non sempre quello che pensiamo. Ed in genere non abbiamo mai piacevoli sorprese nel capire realmente come sono. Questo perch per nostra natura siamo a portati a pensare bene… anche se non sempre vero.

    Mi chiedo spesso quali siano stati gli errori che mi hanno portato adesso, a distanza di qualche anno dalla mia partenza da questa citt, a sentirmi un estraneo. Avevo pochi amici, molti dei quali abbastanza effimeri. Ma di quelli su cui contavo avevo riposto tutte le mie speranze di legame con la mia citt. Ed invece adesso anche quelli su avevo contato non ci sono pi e questa citt non pi mia.

    Ieri ho ripreso la bici dopo tanto tempo ed ho guardato un po’ com’ cambiato questo paese. E mi sono sentito veramente un estraneo mentre giravo e capivo che non c’era nessuno che potevo salutare, nessuno a cui chiedere “come stai?”.
    Non davvero una bella sensazione… :'(
    Probabilmente l’unico colpevole di questa situazione sono io che seleziono troppo duramente le mie amicizie. Ma proprio partendo da questa considerazione, ho pensato che quello poche che avevo lasciato non mi avrebbero deluso.

    Evidentemente per devo ricredermi…

  3. La gente non quello che pensiamo perch spesso abbiamo bisogno di mascherare la realt,per proteggerci da essa..Nel marcio ricerchiamo qualcosa di puro,di splendido,che effettivamente non c’.E’ solo un’immagine riflessa del nostro bisogno spasmodico di ricerca di qualcosa di buono.Di un appiglio a questa vita.L’errore forse stato quello di ricercare solo ora(dopo qualche anno)quei legami,che ormai si sono diluiti nel tempo..o forse no..Forse loro sono cambiati,hanno sentito il bisogno di rinnovarsi e tagliare i ponti con il passato..O forse c’ chi ti pensa ancora ma non ha avuto modo di dirtelo..e forse(molto probabilmente) sto accumulando cazzate su cazzate tra i miei “forse” in quanto esterna alla situazione..quindi meglio che mi fermo qui.
    E..se vuoi un consiglio continua pure a “selezionare”,non accontentarti di ci che trovi..scegli tra ci che vuoi.
    Filo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *