Sushi

Sushi (troppo lungo spiegarvi il perché) è una bellissima Gibson Les Paul Standard Wine Red con il top in acero fiammato. Dalle foto si può notare il bellissimo disegno di questo top…. è fantastico!
Il compleanno della chitarra è ufficialmente il 20 Maggio 2003 (per i patiti dei segni zodiacali, è Toro! Ma per un giorno, come qualcuno mi fa notare!), ma il suo compleanno ufficiale (con me) è il 3 Novembre 2005, data in cui l’ho acquistata. L’ho comprata usata ed in buone condizioni, se si toglie qualche graffio più evidente (fortunatamente non troppo, uno sul top e qualcosa dietro).
Dalle foto si può notare anche il bellissimo disegno del mogano sul body. La verniciatura è spettacolare e la chitarra pesa un casino! Il manico è molto comodo, con tutta probabilità uno slim taper del ’60. È la chitarra che ho sempre sognato, con legni bellissimi ed un colore spettacolare…
Come suona? Come la migliore delle Les Paul… È la mia!!

EMG

Ed ero vicino ai Duncan, quando mi è stata data tra le mani una Les Paul (Custom) con gli EMG. Sono dei pickup fantastici!!! Così ho deciso che anche la mia Sushi doveva averli… all’epoca scrissi un articolo (lo trovate cliccando qui) e non mi stancherò mai di elogiare questi pickup.

All’inizio non ero contentissimo di questi pickup, che mi avevano fatto decisamente una impressione migliore sulla LP Custom. Comunque dopo aver scambiato di posto i pickup, ho scoperto tutta la bellezza di questi pickup. Adesso ho l’85 al ponte e l’81 al manico, ma non è detto che non cambi ulteriormente… ma sempre EMG! 😉

Cambiamo ancora… (27 Nov 2008)

Nessuno si renderà conto dei cambiamenti a questa pagina. Quindi faccio una sorta di flusso di coscienza: il perché ho appena comprato altra roba per la mia Sushi! 🙂 L’ultima volta che l’ho avuta per le mani, ho pensato che gli EMG fossero i pickup sbagliati per lei. E questa cosa è maggiormente vera perché ultimamente sto usando quasi esclusivamente la Custom (su cui forse finiranno questi EMG?). Così ho pensato di riportare Sushi verso sonorità più classiche, più vicine alla mia infanzia a pane & Jimmy Page.

Quello che mi è saltato per la mente è un classico: humbucker scoperto al ponte e coperto al manico. Ma avevo alcuni vincoli: pickup medio output, belle medie, tutto crema. Ergo… niente Seymour Duncan. Perché… non fa pickup tutti crema! 😐 Ok ok, anche perché forse metterò i Duncan sulla Custom (o gli EMG? Who knows?).
Così ho incominciato a spulciare il sito della DiMarzio. Alla ricerca di un pickup vintage-ma-non-troppo e moderno-ma-non-troppo. La mia scelta è caduta su un pickup poco conosciuto, ma di cui tutti parlano bene: DiMarzio Norton. La sua descrizione recita:

The sound of a Norton® is right between FRED® and The Tone Zone®. It’s got some FRED-like harmonic overtones that can only be described as nasty, with more of the power and mid-range of the heavyweight Tone Zone®. The same patented dual-resonance design used in FRED® and The Tone Zone® delivers a sound that’s hotter and “bigger” than any vintage model, but not as loud as a distortion-class humbucker. Norton® might be our most versatile bridge pickup. Combine it with a wide choice of neck pickups like the Air Classic™, PAF®, PAF Pro® and Air Norton™.
Tech Talk: Norton® was originally designed to extend the tonal range and power of standard output humbuckers without going over the top. It’s more modern than a PAF® sound: the benchmark Les Paul/Marshall combination yields more midrange crunch and high frequency pick harmonics than vintage-style pickups were capable of putting out. Really good for opening up the sound of mahogany set-neck guitars.

Ok, è lui il pickup giusto (spero). Ora mi servono quattro potenziometri nuovi CTS da 500k, due condensatori (Orange Drop?)… ed un pippolino ambra per il selettore dei pickup! 🙂
Hopefully, voglio un risultato come questo:

Ma quanto è figa questa chitarra?

Cambiamo ancora… (23 Dicembre 2008)

Ecco il risultato…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *