Ma la filosofia, dov’è?

Qualche anno fa mi trovavo tutte le sere, come adesso, nel buio della mia camera a pensare, riflettere, filosofeggiare. I miei compagni di viaggio di quelli anni, tra cui la Flavy (ma dove sei finita? …sono mesi che non ti sento!) sono quasi del tutto spariti. Allo stesso modo la mia voglia di riflettere sull’amore, sulle passioni forti, sulla tristezza, le sofferenze e tanti altri sentimenti che fanno la nostra vita “viva”… beh, questa voglia non trova più gli giusti sfoghi, probabilmente la giusta compagna di chiacchierata. Eh si, perché a me questi discorsi sui sentimenti sono sempre venuti meglio con le donne, forse perché solo in loro ritrovo la giusta sensibilità, perché le donne hanno un non so cosa di magico che le rende in grado di parlare dei sentimenti come è giusto che si parli. Eh, però mica tutte vanno bene! 🙁
E così, adesso, nel buio della mia camera… quella voglia di chiacchierare di “filosofia” un po’ mi viene, perché a volte la vita mi sembra arida a parlare sempre di bit, computer, valvole e condensatori. In fin dei conti siamo vivi e viviamo delle nostre passioni, però spesso ce le teniamo dentro e sono lì… cuociono, non riesci a farle esplodere, magari a canalizzarle lì dove ti servono. Perché se non c’è qualcuno a dirti come fare, è difficile analizzare i propri sentimenti. E’ più facile con quelli degli altri, no? Ed è a questo che serve filosofeggiare…
Un po’ mi sento triste per questo. La voglia ce l’avrei, ma le persone giuste mancano. Forse era più facile a 18 anni, quando con la testa immersa nei sogni facevamo grandi discorsi idealisti o romantici, a seconda di come ci tornava meglio (pura comodità? non sempre… ). Poi cresciamo. Sembra quasi che ce lo abbia imposto qualcuno di togliere la testa dalle nuvole e pensare all’università, al lavoro, a questo o a quest’altro impegno importantissimo… e poi la vita? Cosa ci rimane della nostra vita? Le emozioni dove sono? Le emozioni non ci sono, siamo lì ad aspettarle, senza riuscire a capire che da sole non arriveranno mai. Le emozioni vanno cercate con le emozioni… ma quando smetti di avere forti emozioni dentro, grandi ideali (magari utopici, ma chi se ne frega??), è sempre più difficile trovarne fuori. E’ come se non bastasse mai, come se ogni cosa che ci accadesse fosse “una cosa già vista”. E così, smettiamo di vivere……

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *