Soldano SLO-100, 5a puntata: Boarding…

Il titolo di questo blog entry è un gioco di parole spettacolare… 😀

Giusto oggi mi sono arrivate le resistenze che aspettavo. Le ho ordinate da RS: sono cari, ma decisamente di qualità! Tutte le resistenze che compongono la scheda principale sono da 1W (diversamente delle specifiche originali, che dicono 1/2W). Quelle che compongono l’heater referencing sono da 2W. tutte le altre da 3 e 5W, a seconda del punto dove si trovano. Alcuni giorni fa invece ho ricevuto i condensatori, degli Orange Drop 715. Dovrebbero avere un suono molto americano, per certi versi molto MESA.

Ho montato tutto in serata con molta cura sia sulla scheda principale che su quella dei filtri dell’alimentazione. Manca ancora qualcosa, ma non tantissimo. Sono riuscito a trovare i diodi UF5408 ed il ponte raddrizzatore (stesse specifiche, diversa sigla). In genere si ammattisce un po’ su questi due pezzi che non sono proprio comunissimi. Il condensatore da 470pF sulla scheda è diventato da 500pF (…credo che non si trovi più il valore 470… ) e la resistenza da 61.9 ohm che si trova sul circuito dell’alimentazione degli optoisolatori è diventata da 68ohm/1W (ma da dove è uscito il valore 61.9??? ). Altre differenze rispetto all’originale non dovrebbero essercene. Ho già comprato i distanziali (mi sembrano abbastanza solidi) ed in questi giorni penso che prenderò le misure per la foratura dello chassis.
Ho ricoperto tutto il lato rame con lo stagno, per evitare che con il tempo si ossidasse pesantemente. E’ una brutta abitudine, lo so, ma in questo caso l’ho fatto a fin di bene. E’ anche brutta da vedere come cosa, ma tanto è sul lato rame, nascosto anche quando la testa sarà aperta! 😛

Cosa manca? Beh, a questo punto della parte prettamente elettronica mancano tutti i condensatori di filtro dell’alimentazione (si vede infatti che la scheda apposita è ancora vuota), compresi quelli che vanno sulla scheda del preamp. Poi mancano tutte le parti meccaniche da attaccare sullo chassis (tranne i potenziometri, Alpha, che sono già arrivati… ).
Spero di poter fare un altro entry presto… 😉

Vi lascio alle foto. Ve ne posto un po’, visto che sicuramente sarete interessati a questi particolari. Quando mi arrivano gli ultimi pezzi per completare la scheda, metterò nuove foto (e probabilmente un nuovo blog entry…).


Per qualsiasi domanda, usa la mia pagina dedicata alle domande sullo SLO Clone.
For any question, use the page dedicated to the questions about the SLO Clone.

3 Comments

  1. Da quando l’hai iniziato seguo con interesse questo tuo progetto e devo ammettere di essere un po’ invidioso!
    Ho visto anche al realizzazione dei pedali effetti, veramente notevole la cura nei dettagli dei circuiti.(si possono acquistare?)
    Non vedo l’ora di sentire dei sample di questa SLO Replica e, se non sono indiscreto, cosa verrà a costare visto il prezzo dell’originale.
    Ciao.

    Luca

  2. Caro davide trovo interessantissimi i tuoi lavori
    essendo un chitarrista amante del suono del soldano slo 100
    ed anche un discreto elettrotecnico mi piacerebbe emularti
    nella costruzione dell’ampli.
    non riesco a capire come contattarti per avere lumi sulla componentistica o sull’uso lecito della paternità del tuo progetto.
    inoltre cosa intendi e dove trovo la chieve crittografica per leggere in chiaro la tua corrispondenza? e perché una fingerprint
    non ti pare faragginoso.

    Il mio numero è […]
    io sono disposto a venire a patti se solo mi contatti
    scusa per la rima a presto

    Adriano Reale

  3. Rispondo pubblicamente ad Adriano (anche se l’ho già fatto in privato).

    Il progetto che state vedendo crescere in questi giorni sul mio blog non è una mia creazione. Mi sto limitando solamente a seguire le direttive di qualcun’altro ed i consigli di chi ha iniziato questa avventura prima di me (grazie Massy!).

    Se avete voglia e pensate di esserne in grado, potete trovare tutto quello che vi occorre qui: http://sloclone.yesterdaysrevolt.com/

    In bocca alla SLO,
    Davide

Comments are closed.